quinta-feira, 27 de agosto de 2009

Fuoco

(Bologna 1996)

I giorni passano
passa la nebbia, passa la pioggia
ma questo fuoco deve ancora accendersi
anche lontano

puó trasformarsi in pugni in faccia
ad una formalitá che la sinceritá
ingoia e straccia

puó trasformarsi in moto di gioia
pompato dal ritmo
nel sudore di una danza
che elimina la paranoia

puó trasformarsi in sacrificio
costante paziente
di cartoline firmate
contro sto progresso di maleficio

ma questo fuoco
deve bruciare
prima o poi deve
assumere un colore

deve aprire un varco
allargarsi, attaccare
colorare, cambiare

da un centro sociale
da un rave party
da una festa qualunque
per strada, quattro amici chiunque

prima o poi deve
scoppiare
basta solo che si
accenda
perché bruci e si
espanda
perché sará Dio che lo manda
per cambiare e pre salvare

Sem comentários:

Enviar um comentário